IL DARDO DEL 9 FEBBRAIO: CACCIATORI BIELLESI A VICENZA A HIT SHOW

COMUNICATO STAMPA

ATC-CA BI1, da Biella a Vicenza alla Fiera della caccia e del mondo venatorio con un autobus da 50 persone

Un gruppo di 50 cacciatori biellesi, partendo da Biella in autobus, ha partecipato alla “Fiera della caccia e del mondo venatorio” che si è tenuta oggi a Vicenza. Con il gruppo anche il presidente di Federcaccia Biella e dell’Atc-Ca BI1 Guido Dellarovere, l’onorevole Cristina Patelli e il presidente di Enalcaccia Roberto Mo.

Proprio Patelli, nei giorni scorsi, ha presentato un’interrogazione contro gli ambientalisti che hanno violentemente criticato la fiera, con cartelli di cattivo gusto, al limite della legalità. “Ho voluto rendermi conto di persona come la caccia sia strutturata e gestita partecipando a questo importante meeting – ha commentato Patelli – , per comprendere come l’Italia affronta e gestisce l’argomento all’interno del contesto europeo.

Durante la mattinata molti dei biellesi hanno partecipato al convegno “Europa: caccia e biodiversità, situazione attuale e indirizzi dell’Unione Europea in materia venatoria e ambientale”.

Molti gli interventi qualificati, fra i quali quello del prof. Ezio Ferroglio dell’Università di Torino, che si occupa di biodiversità e che sarà presente anche il 29 febbraio a Biella nel convegno sul lupo organizzato da Atc e Ca Biella.

Soddisfatto del viaggio Il presidente Dellarovere: “E’ stato un bel momento di condivisione, a cominciare dal viaggio.

E’ la prima volta che si organizza nel Biellese un’iniziativa del genere ed è stata indiscutibilmente un successo, con l’autobus pieno.

Ogni partecipante ha avuto modo di partecipare a convegni vari e a spazi di approfondimento.

Fra i vari incontri e occasioni di confronto, abbiamo incontrato l’associazione Falconieri della Fidc e abbiamo avuto modo di scambiare un po’ di opinioni con il giornalista venatorio  Alessandro Bassignana che sarà presente al convegno del 29 febbraio assieme al professor Ferroglio.